L'Arcadia Restaurant Park ha promosso il convegno la “Festa della Melannurca”, manifestazione dedicata alla promozione di uno dei prodotti agricoli che caratterizzano la città di Quarto e l’area flegrea: la melannurca. L’obiettivo è creare a Quarto una filiera corta per consentire ai produttori locali di vendere i frutti direttamente ai ristoratori locali e fare in modo che questi ultimi possano offrire ai consumatori un prodotto a Km0, certificato e tipico. Presente all'evento il fiduciario della Federazione Italiana Barman Antonio Faracca, il vice fiduciario Salvatore Di Iorio e due allievi dell'I.P.S.E.O.A.. "G. Rossini" Mele Alessandro Isidoro e Giordano Luigi. Il fiduciario della FIB Antonio Faracca ha preparato un cocktail di fantasia pre dinner: MALA ORCULA

Luogo di origine sarebbe l'agro puteolano, come si desume dal Naturalis Historia di Plinio il Vecchio. Proprio per la provenienza da Pozzuoli, dove è presente il lago di Averno, sede degli Inferi, Plinio la chiama "Mala Orcula" in quanto prodotta intorno all'Orco (gli Inferi).

2 cl Vodka

1 cl Helios Liquore alla Mela

0,5 cl Cointreau

0,5 cl Vermouth dry 

1 cl Aperol

2 cl Falanghina dei Campi Flegrei

0,5 gr Zenzero e 0,5 gr di Cannella Melograno e Mela Annurca

Mettere a macerare nella vodka la mela annurca; il melograno; lo zenzero e la cannella. Con la tecnica del double strain si filtra il tutto e si procedono con gli altri ingredienti. Si versa nella flute e si completa con la Falanghina dei Campi Flegrei.

Al convegno hanno partecipato: Franca Baiano (Pro Loco Quarto), Lina Bancale (Pro loco Quarto Santa Maria), Ciro Biondi (giornalista), Rosario Mattera (founder Malazè), Restituta Somma (fiduciaria condotta Slow Food dei Campi Flegrei), Marco Giglio (archeologo, Università di Bologna), Mimmo Tiseo (medico, docente Federico II di Napoli), Ciro Verde (Consorzio tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri), Fabio Cutolo (scrittore), Antonio Faracca (Formatore Fib), Raffele De Rosa (agronomo), Mauro Scarpitti (assessore al turismo del Comune di Quarto), Rosa Capuozzo (sindaco di Quarto). Saranno presenti i coltivatori di mele di Quarto. Il convegno ha visto la partecipazione straordinaria dello chef stellato Paolo Gramaglia e lo chef Nino Cannavale, ambasciatore della Melannurca nel mondo. Il secondo momento della serata è caratterizzato dall’assaggio di piatti – dal primo al dolce – a base di Melannurca. Partecipano i seguenti chef di ristoranti di Quarto o di origine quartese: 1. Nicola D’Ambrosio e Luciano De Vincenzo (Villa Posillipo, Pozzuoli) che presenteranno la “Regina di Quarto”, Cheescake alla Melannurca con Mozzarella di Bufala Campana Dop”; 2. Angelo Carannante (Caracol, Bacoli) con “crema bruciata al caciocavallo Chutneydi melannurca, sedano e aceto di lamponi”; 3. Dario De Gaetano (la Fescina Nuova Hosteria Flegrea, Quarto) con “lingua di manzo arrostita alla Melannurca con insalata di sedano”; 4. Marco Quintili (Quintili Pizza Food, Roma) e Vincenzo Passaro (Le Garcon di Quarto) con la pizza alla Melannurca “La Bella di Quarto”; 5. Vincenzo Varriale (Casale Michelangelo, Quarto) con “rolatina di coniglio glassata con sfoglia su vellutata di Melannurca”; 6. Raffaele Fabozzi (L’Arcadia Restaurant Park, Quarto) con “maialino alla Melannurca”; 7. Filippo Del Giudice (Saint Mary, Quarto) con “sorbetto alla Melannurca”; 8. Michele Casolare (IV Miglio, Quarto) con “calamari alla falanghina con Melannurca”; 9. Giuseppe De Rosa (Gelatercon ia De Rosa, Quarto) con “profittelores alla Melannurca”; 10. Tina Caione (insegnante cake design) con “Delizia quartese”; 11. Giuseppe De Rosa (Bar Reder) “pasticciato alla Melannurca”; 12. Bar Di Marino di Giugliano con “caffè alla Melannurca”, 13. Murano con “Dolcezze di Quarto” Parteciperà la chef emergente Melania Panariello.

Antonio Faracca

MELA ANNURCA